Home » Risparmiare » Non acquistare fertilizzanti chimici: hai già ciò che ti serve in casa.

Non acquistare fertilizzanti chimici: hai già ciò che ti serve in casa.

Da

Perché spendere soldi in fertilizzanti chimici, quando potete realizzarli con le vostre mani con elementi che avete già in casa?

Tante persone spendono fior di quattrini in prodotti per la cura delle piante. A prescindere dal fatto che si tratti di piante ornamentali, da frutto o erbe aromatiche, esistono dei trucchetti per realizzare dei fertilizzanti naturali straordinariamente efficaci e soprattutto economici.

credit by envato elements

Oggi vogliamo darvi qualche dritta in merito, così che possiate aiutare le vostre amiche verdi, risparmiando qualche soldo. Ecco alcuni fertilizzanti che avete già in casa e di cui probabilmente non eravate a conoscenza.

1. Fondi di caffè

credit by envato elements

Chiunque ami il caffè non può fare a meno di bere questa bevanda almeno una volta al giorno. A prescindere che abbiate la moka o la macchinetta da caffè, è normale che dopo la preparazione della miscela rimangano inutilizzati dei fondi di caffè. Questi vengono spesso gettati nei rifiuti, ma in realtà sono incredibilmente utili come fertilizzanti.

Il caffè contiene sostanze vitali per le piante, come l’azoto o altri elementi antiossidanti. Spargete i fondi di caffè sul terriccio che ricopre le radici delle vostre piante e queste ve ne saranno molto grate.

2. Gusci d’uovo

credit by envato elements

Le uova sono famose per essere un tripudio di sostanze nutritive, ma anche i loro gusci contengono tanti elementi importanti. Potete utilizzare questi elementi per la fertilizzazione delle piante semplicemente spezzettandoli e spargendoli sul terreno.

LEGGI ANCHE  ‘Aaron va ovunque andiamo’: Gli amici portano l’uomo in sedia a rotelle a vedere la cascata

Quando innaffierete la pianta, i residui dei gusci rilasceranno al suolo determinate sostanze, come il calcio, che saranno immediatamente raccolte dalle radici della pianta.

3. Cenere

credit by envato elements

Se avete un caminetto o avete fatto un barbecue utilizzando della comune legna, potete sfruttare la cenere per regalare uno sprint extra alle vostre piante. Spargete la cenere sul terriccio della pianta e questa crescerà più sana e forte.

4. Acqua di cottura delle verdure

credit by envato elements

Perché sprecare l’acqua di cottura delle verdure, gettandola nello scarico, quando potete utilizzarla per innaffiare?

Molte persone non si rendono conto dell’importanza di questo liquido, ma tanti nutrienti vengono rilasciati nell’acqua durante la fase di cottura e pertanto questo liquido diventa “oro puro” per aiutare lo sviluppo delle piante.

5. Bucce di banana

credit by envato elements

La buccia della banana non è un alimento amato dagli esseri umani. Tuttavia queste sono ricche di potassio e altri elementi, che saranno perfetti come fertilizzanti naturali. Lasciate macerare in acqua le bucce della banana, e usate questo liquido per innaffiare le piante che avete in casa.

Viceversa, se avete un giardino, potete spezzettare le bucce di banana e seppellirle nel terriccio, a pochi centimetri dalla superficie. Queste marciranno nel sottosuolo, ma rilasceranno le loro proprietà nel terreno, fungendo da perfetto concime.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 3 Media: 3]

Potrebbero interessarti…

Le informazioni proposte all’interno del sito rimediincasa.com non costituiscono, in alcun modo, una consultazione medica, una visita o una diagnosi di uno specialista. Le informazioni fornite su sito internet si prefiggono l’obiettivo di integrare e mai sostituire le informazioni che gli specialisti possono dare. I prodotti, i rimedi ed i trucchetti forniti sono a scopo informativo e in nessun modo è possibile garantire dei risultati certi, qualsiasi rimedio citato varia in base alle diverse situazioni.