Home » Rimedi di Salute » Avere animali domestici ridurrebbe il rischio di demenza nelle persone di età superiore ai 50 anni

Avere animali domestici ridurrebbe il rischio di demenza nelle persone di età superiore ai 50 anni

Da

Come ridurre il rischio di demenza negli anziani? Secondo la scienza un animale domestico potrebbe essere la soluzione!

È stata fatta una ricerca, pubblicata sulla rivista Jama Network Open, legata al deterioramento della memoria verbale.

Avere amici a quattro zampe ridurebbe il rischio di demenza
credit by envato elements

Si è scoperto che gli adulti, di età superiore ai cinquanta anni, che vivono da soli con un animale domestico, dimostrano di avere un minor peggioramento della memoria verbale rispetto a soggetti che non hanno un amico a quattro zampe.

Secondo la ricerca, il maggior beneficio è stato dato da un animale in particolare: il cane. Per chi vive da solo, avere un animale domestico può essere un ottimo stimolo per migliorare quelle abilità che, a causa della solitudine, inevitabilmente si è costretti ad accantonare.

I ricercatori infatti, descrivono la solitudine come una delle cause principali dell’aumento della demenza e la conseguente decadenza di tutte le facoltà cognitive.

Avere amici a quattro zampe ridurebbe il rischio di demenza
credit by envato elements

È stata fatta dunque una prima ricerca, e i primi risultati sono stati strabilianti. Ovviamente dovranno essere fatti ulteriori studi, più avanzati, per confermare questa tesi e per dare maggiore valore agli esperimenti effettuati.

Al giorno d’oggi non esiste ancora una cura per la demenza, e non ci sono terapie realmente efficaci per limitare il declino cognitivo. Pertanto i ricercatori sostengono che bisogna, per prima cosa, analizzare la popolazione e tutti i fattori che possano portare a decadimenti mentali del genere.

LEGGI ANCHE  I veterinari allertano perché se vedete un animale in questa posizione dovete agire in fretta

Successivamente sarà fondamentale proporre cure più idonee per garantire un migliore invecchiamento. L’università della British Columbia Okanagan ha riscontrato che prendersi cura di un cane può portare importanti benefici al benessere delle persone.

Avere amici a quattro zampe ridurebbe il rischio di demenza
credit by envato elements

Sono stati fatti studi sugli studenti della facoltà, facendoli interagire con i cani guida del programma Bark dell’università. Il dottor John Tyler Binfet è stato l’autore principale di questo studio ed ha sostenuto che il tempo trascorso con i cani da terapia è incredibilmente benefico.

Avere un animale domestico quindi, soprattutto per chi è costretto a stare solo in casa, può essere oltre che un’ottima compagnia anche un aiuto nell’invecchiamento fisico e mentale e tutti dovrebbero prendere l’idea in considerazione.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Potrebbero interessarti…

Le informazioni proposte all’interno del sito rimediincasa.com non costituiscono, in alcun modo, una consultazione medica, una visita o una diagnosi di uno specialista. Le informazioni fornite su sito internet si prefiggono l’obiettivo di integrare e mai sostituire le informazioni che gli specialisti possono dare. I prodotti, i rimedi ed i trucchetti forniti sono a scopo informativo e in nessun modo è possibile garantire dei risultati certi, qualsiasi rimedio citato varia in base alle diverse situazioni.