4 modi per disinfettare le spugne da cucina

Sai perché è così importante pulire regolarmente le spugne da cucina ? Perché sono un vero e proprio terreno fertile per batteri e microrganismi dannosi (nonostante siano essi stessi destinati alla pulizia).

Si ritiene che questo sia uno degli oggetti più contaminati con cui abbiamo a che fare nella vita di tutti i giorni. Per quale motivo sta accadendo? Il fatto è che l’umidità e i detriti alimentari creano un ambiente ideale per la riproduzione di organismi patogeni. 

Ecco perché è così importante imparare a pulire le spugne da cucina (disinfettarle) ogni giorno, e preferibilmente dopo ogni utilizzo . E se ancora non sai come farlo correttamente, allora il nostro articolo di oggi è per te! Condividiamo 5 soluzioni interessanti a questo problema.

cropped image of woman washing dishes and holding 2021 08 31 14 50 01 utc 1 1

Perché disinfettare le spugne da cucina?

Quindi, usiamo le spugne in cucina per lavare piatti, posate e superfici varie. Il loro materiale e la loro struttura sono ideali per separare facilmente il grasso e far aderire i detriti alimentari. Allora perché possono essere pericolosi per la nostra salute?

La risposta è molto semplice: l’umidità e la “porosità” fanno delle spugne una casa ideale per batteri come E.coli, Salmonella o Campylobacter . In un tale ambiente, è più facile riprodursi e possono vivere fino a due settimane.

Quando i piatti vengono lavati, questi batteri rimangono sulla superficie, aumentando il rischio di contaminazione. Pertanto, le spugne per lavare i piatti devono, in primo luogo, essere cambiate più spesso e, in secondo luogo, disinfettate regolarmente in modo che siano il più pulite possibile (il più possibile).

Come disinfettare le spugne per piatti: soluzioni pratiche

Nonostante i metodi di disinfezione delle spugne da cucina siano molto efficaci, dovrebbero essere cambiati almeno due volte al mese. E anche se ti sembra che sembrino abbastanza puliti, ci saranno comunque detriti di cibo e batteri all’interno. Ora vediamo come pulire le spugne per piatti.

1. Aceto bianco

Questo prodotto rende l’ambiente acido, che aiuta ad eliminare molti batteri e microrganismi dannosi.

L’aceto bianco è uno dei migliori prodotti naturali per disinfettare le spugne da cucina. Grazie alla concentrazione di acidi organici, cambia l’ambiente necessario alla riproduzione dei microrganismi. Inoltre, l’aceto rimuove gli odori sgradevoli e le tracce di grasso.

Come usarlo?

  • Per prima cosa, fai bollire un bicchiere d’acqua.
  • Quindi mescolare con la stessa quantità di aceto bianco.
  • Immergi una spugna per piatti nel composto e lascia riposare per 20 minuti.
  • Trascorso il tempo specificato, strizzarlo per rimuovere lo sporco residuo.
  • Infine, se necessario, potete anche sciacquare con acqua (usando del sapone).

2. Sapone liquido

Le proprietà del sapone liquido o del detersivo per piatti possono essere molto utili per pulire le spugne. Tuttavia, per una pulizia più profonda, si consiglia di utilizzare anche acqua bollente (e non solo acqua calda).

Cosa dobbiamo fare?

  • Aggiungi un cucchiaio di sapone liquido o detersivo per piatti in una ciotola di acqua bollente.
  • Immergici una spugna da cucina.
  • Attendere 20 minuti, quindi risciacquare e strizzare la spugna.

3. Microonde

La temperatura raggiunta nel microonde permette inoltre di disinfettare efficacemente le spugne per piatti.

Il microonde è un buon alleato, soprattutto quando si tratta di uccidere gli agenti patogeni. Le alte temperature alterano il caratteristico ambiente umido , che inibisce la crescita e la riproduzione dei batteri.

Cosa dobbiamo fare?

  • Tieni presente che alcune spugne per piatti sono realizzate con materiali sintetici che possono sciogliersi se esposti a temperature elevate nel microonde. Pertanto, è meglio metterli in un contenitore profondo riempito con aceto e acqua.
  • Metti questo contenitore con una spugna nel microonde e accendilo per 2 minuti.
  • Se la tua spugna ha un odore sgradevole o di muffa, questo metodo la rimuoverà.
  • Rimuovere il contenitore solo con molta attenzione per non scottarsi.

4. Spugne da cucina e succo di limone

Questo non è di certo il disinfettante più potente, ma comunque una buona alternativa per pulire le spugne da cucina. Soprattutto se non c’erano né aceto né un detergente speciale a portata di mano. Il succo di limone ha proprietà antibatteriche ed è quindi spesso utilizzato per pulire e disinfettare varie superfici.

Cosa dobbiamo fare?

  • Spremere alcuni limoni e aggiungerli a una ciotola di acqua calda.
  • Immergere una spugna per 20 minuti.
  • Quindi risciacquare con acqua fredda (e sapone).